venerdì 27 maggio 2011

Ruralia 2011 - Pratolino (Vaglia)




Pratolino - Firenze.

sito: http://www.ruraliafirenze.com/

Come ogni anno, Pratolino ci regala un'altra edizione, la 15a, di Ruralia 2011 il we del 28 e 29 maggio. Esposizioni di bovini di razza, razze pregiate di polli e colombi rari ..e per la prima volta, mostra di ovini. Mostra-mercato dei prodotti delle aziende locali e corsi per imparare a degustare l’olio. Inoltre cestai, trottolai, scalpellini, ceramiste, contadini e ferrai da cavallo.

Poi un particolare seminario dedicato ai bimbi per parlare del vino e rispondere ad ogni loro quesito.
Non mancheranno il farmer market, degustazioni di olio, dimostrazioni di potatura di alberi e di tree-climbing, mostre di rettili e di funghi.

Tra gli eventi speciali di questa edizione, il laboratorio di degustazione Tirabusciò (Locanda, sabato e domenica dalle 18.00 alle 19.30) guidato da un giornalista e degustatore famoso. Il laboratorio è rivolto sia a grandi che piccini e presenterà i migliori vini della provincia di Firenze, tra questi Carmignano, Chianti, Chianti Classico, Chianti Montalbano, Chianti Rufina. L’appuntamento è organizzato in collaborazione con l’Associazione Nazionale Città del Vino.

Per gli amanti dell’olio invece è possibile assistere al seminario su “Impariamo a conoscere l'olio extravergine di oliva” a cura del Laboratorio Chimico della Camera di Commercio di Firenze, con lezioni di degustazione con l’eccellente olio del territorio toscano, che si terranno nella Locanda sia sabato che domenica in diversi orari (alle 10.00 / alle 12.00 / alle 14.00 / alle 16.00).

Per gli amanti degli animali, mostra di rettili esotici e tipici delle nostre campagne a cura del del Museo di Storia Naturale dell’Università di Firenze e del Dipartimento di Biologia Evoluzionistica dell’Università di Firenze (apertura al pubblico del Centro Erpetologico di Villa Demidoff).

Domenica 29 maggio (dalle 8.30 alle 18.00) si terrà la prima esposizione canina organizzata dai tredici Rotary Club dell’Area Medicea. L’esposizione fa parte di un progetto di recupero di giovani detenuti, avviati alla formazione professionale nell’ambito cinofilo. Alle 10.00 invece il tradizionale corteo di bovini e equini in occasione della messa di Sant’Uberto, protettore dei cacciatori.

Un paradiso della ruralità, insomma, rivolta a quanti amano la natura, a chi la conosce e la apprezza e in generale a tutti i cittadini.

Nessun commento:

Posta un commento